domenica 10 maggio 2020

Come fare l'effetto sfocato nelle foto

Introduzione

Una delle prime cose da imparare per fare foto più belle è come riuscire ad ottenere in ogni occasione uno sfondo sfocato della tua foto. Questo effetto si chiama anche bokeh che è una parola di origine giapponese che significa fuori fuoco, offuscato.

Questo effetto sfocato oltre a dare un tocco più professionale e a rendere più belle le tue foto è anche abbastanza facile da ottenere se conosci le regole di base della fotografia. Altrimentileggi fino in fondo che ti spiego come fare in questo articolo.

In questo articolo ti spiegherò come fare lo sfocato anche con l’obiettivo del kit 18-55 mm.

Ci sono però dei prerequisiti per riuscire a sfocare lo sfondo. Prima di tutto devi avere una macchina fotografica che ti permette di agire sull'apertura del diaframma perché questa è la base per riuscire a sfocare lo sfondo.

Quindi avrai bisogno di una macchina fotografica reflex o di una mirrorless con obiettivi intercambiabili.

Con una fotocamera compatta o con uno smartphone è difficile riuscire a fare un effetto sfocato “reale”. In questo caso gli smartphone sopperiscono con degli effetti digitali applicati in post produzione che non sono sempre il massimo da vedere.

Oggi non ti parlerò di come sfocare lo sfondo in post produzione. Affronterò l’argomento in un prossimo articolo. Per cui se ti interessa iscriviti alla newsletter di FotografareBene.com, lopuoi fare da qui.

Ma andiamo con ordine e iniziamo a vedere quali sono i motivi per cui un fotografo può desiderare di avere uno sfondo sfocato.



Indice dei contenuti

  1. Perché sfocare lo sfondo?
  2. Come ottenere uno sfondo sfocato
  3. Altri trucchi per avere un sfondo sfocato nelle foto
  4. Conclusione


Perché sfocare lo sfondo?

I motivi per sfocare lo sfondo possono essere diversi. Ce ne sono tre principali:
  1. Per isolare il soggetto principale della foto
  2. Per oscurare uno sfondo brutto che non vuoi mostrare
  3. Per aumentare il fascino della foto
Il primo motivo per voler sfocare lo sfondo ad esempio è in un ritratto. Vuoi scattare una foto ritratto ad una persona. Per enfatizzare il soggetto è buona norma isolarlo dallo sfondo per non avere distrazioni che possono distogliere lo sguardo di chi osserva la fotografia.

Per prima cosa devi mettere bene a fuoco il soggetto principale. Per la messa a fuoco ti consiglio di usare l’autofocus della tua macchina fotografica. Nel caso di un ritratto devi mettere bene a fuoco tutto il viso. Cerca di mettere bene a fuoco soprattutto gli occhi della persona che stai ritraendo.

Per isolare bene il soggetto ritratto in questo caso puoi ricorrere all’effetto del bokeh e mettere bene a fuoco il soggetto principale e lasciare lo sfondo sfocato.

Un altro caso è quando ti trovi a fotografare un bel soggetto ma dall'angolazione in cui ti trovi lo sfondo non è il massimo e preferisci non mostrarlo. Purtroppo non puoi spostarti di lì per ragioni diverse, ad esempio sei bloccato in mezzo alla folla. In questo caso puoi ricorrere all'effetto sfocato per evitare di inserire nella fotografia un brutto sfondo visibile in ogni dettaglio.

Se riesci a sfocarlo passerà inosservato e non rovinerà tutta la foto. Allora devi sapere bene come fare in modo da aumentare le tue possibilità di successo per portare a casa più foto belle quando esci a scattare.

Un ultimo motivo, che aumenta di molto la bellezza e il fascino di una fotografia, è quando fotografi di notte o durante la sera. Se dietro al soggetto ci sono delle luci l’effetto sfocato aumenta di molto la bellezza della foto. Soprattutto se le luci alle spalle del soggetto sono luci colorate.

Infatti le fonti di luce se sfocate assumono l’aspetto di circoli o poligoni colorati. La loro forma dipende dalla forma del diaframma del tuo obiettivo. Se questo è perfettamente circolare allora le luci appariranno rotonde altrimenti saranno di forma poligonale.

Questa caratteristica la puoi sfruttare anche in modi molto creativi applicando dei cartoncini con forme particolari davanti all’obiettivo. In questo modo i circoli di confusione assumono la forma disegnata sul cartoncino. Magari ti spiegherò meglio questa tecnica molto divertente in un prossimo articolo. Guarda questa foto ad esempio con i circoli di confusione a forma di cuore:

sfondo sfocato cuoricini
Circoli di confusione a forma di cuore



Adesso sono sicuro che ti è venuta una gran voglia di imparare bene come riuscire a sfocare lo sfondo. Vediamo insieme quali sono le regole di base da applicare.

Come ottenere uno sfondo sfocato

Per riuscire ad avere uno sfondo sfocato come ti dicevo la cosa fondamentale è riuscire a gestire la apertura del diaframma della tua fotocamera. Mediante l’apertura del diaframma riesci a controllare la profondità di campo, ovvero la zona della fotografia che è perfettamente a fuoco.

Se non riesci a controllare e gestire la apertura del diaframma allora è praticamente impossibile riuscire ad avere lo sfondo sfocato.

La sfocatura infatti dipende da diversi fattori:
  1. La apertura del diaframma (deve essere aperto)
  2. La lunghezza focale dell’obiettivo (meglio focali lunghe)
  3. La tua distanza dal soggetto (meglio una distanza ravvicinata)
  4. La distanza del soggetto dallo sfondo da sfocare (più distante è meglio)
Adesso provo a fare una supposizione. Io voglio aiutarti a scattare una foto con lo sfondo sfocato anche se sei agli inizi e sai poco di fotografia. Anche se usi la tua prima reflex APS C con l’obiettivo del kit, il classico zoom 18-55 mm.

Sicuramente questa attrezzatura non è l’ideale per riuscire a sfocare lo sfondo ma applicando le regole sono certo che riuscirai anche tu a fare una bella foto.

L’obiettivo del kit per chi inizia solitamente è il 18-55 mm che ha un'apertura massima di diaframma che va da 3,5 a 5,6. Questo significa che a 18 mm la massima apertura del diaframma è f 3,5 e a 55 mm la massima apertura è f 5,6.

Iniziamo a impostare la lunghezza focale. Come ho detto per sfocare lo sfondo è meglio lavorare con focali lunghe. Se vuoi approfondire e capire meglio la differenza tra le diverse lunghezze focali puoi leggere l’articolo che ho scritto sugli obiettivi.

Quindi inizia ad impostare lo zoom del 18-55 mm sulla focale più lunga, cioè a 55 mm.
A questo punto puoi impostare l'apertura del diaframma. A questa lunghezza focale l'apertura massima è f 5,6.

Per semplicità ti consiglio di scattare la foto all’aperto e di impostare il bilanciamento del bianco in automatico.

Puoi lavorare in manuale o in priorità di diaframmi (modalità A) in modo che riesci tu ad impostare la massima apertura e la macchina non interviene a modificarla.

A questo punto trova un soggetto da ritrarre. Può essere qualsiasi cosa. Anche un oggetto oppure una persona se preferisci ritrarre un amico o la tua metà o un familiare. Per fare pratica ti consiglio di utilizzare un oggetto o dei fiori come ho fatto io in questa foto:

Sfondo sfocato in una foto - FotografareBene.com
Ecco come sfocare lo sfondo con l'obiettivo del kit 18-55mm a f 5.6

A questo punto devi valutare bene le distanze. Sono due le distanze che devi considerare.
La prima è quella tra te e il soggetto. Qui non hai tanto da scegliere. Fai in modo che con i 55 mm di focale che hai impostato il soggetto riempia bene il fotogramma. Lo puoi vedere nel mirino o nel display se hai la possibilità di attivare il Live View.

La distanza più importante è quella tra il soggetto e lo sfondo. Se lo sfondo è troppo vicino al soggetto allora sarà più difficile da sfocare. Più è distante dal soggetto più verrà sfocato.

Ad esempio se vuoi fare un ritratto porta il tuo amico in uno spazio aperto in modo che alle spalle ci sia molta distanza tra il soggetto e lo sfondo e vedrai che anche con la tua macchina fotografica riuscirai a scattare una foto con lo sfondo sfocato.

Non ti resta che provare e vedrai che dopo ripetuti tentativi riuscirai a sfocare perfettamente lo sfondo.

Se invece dell’obiettivo kit ne hai un altro il principio rimane lo stesso. Le modalità da seguire sono sempre le stesse. Segui la sequenza che ho descritto e vedrai che riuscirai in ogni caso ad avere uno sfondo perfettamente sfuocato nella tua foto.

Se hai solo un obiettivo grandangolare sarà molto più difficile riuscire a sfocare lo sfondo, perché questi obiettivi hanno la tendenza a mettere tutto a fuoco. Se vuoi provare questa tecnica cerca di usare l’obiettivo a focale più lunga che hai. L’ideale sarebbe andare oltre i 50 mm. Se non ne hai uno prova a chiedere in prestito ad un amico.

Altri trucchi per avere un sfondo sfocato nelle foto

Come hai visto delle quattro regole che servono per riuscire a sfocare lo sfondo due sono gestibili da te fotografo (apertura del diaframma e lunghezza focale) le altre due invece dipendono dalle circostanze in cui ti trovi (distanza dal soggetto e distanza del soggetto dallo sfondo).

Per questo per riuscire ad ottenere lo sfocato in ogni circostanza sono utili obiettivi con una ampia apertura di diaframma e con focali lunghe come i teleobiettivi.

Un esempio di obiettivo che ti permette di ottenere facilmente la sfocatura dello sfondo è il 50 mm f 1,8. Avendo una ampia apertura del diaframma con questo obiettivo è molto facile e divertente fare delle foto con lo sfondo sfocato.

Ancora meglio sono degli obiettivi più lunghi come ad esempio il 135 mm f2 di Canon. Questi obiettivi essendo anche più luminosi ti permettono di ottenere lo sfocato anche in spazi interni che magari non sono il massimo per la illuminazione.


Scarica la Guida Gratis di FotografareBene.com


Conclusione

Adesso dovresti avere chiaro come scattare delle fotografie con l’effetto dello sfondo sfocato. Se hai ancora qualche dubbio chiedi pure nello spazio dei commenti qui sotto.

Non ti resta che prendere la tua macchina fotografica reflex o mirrorless e iniziare a fare tanta pratica.
Quando conoscerai bene questa tecnica potrai usare la tua creatività in ogni circostanza per fare delle foto stupende, ne sono sicuro.

Per oggi è tutto ci sentiamo alla prossima e mi raccomando ricorda che Fotografando si impara!



Nessun commento:

Posta un commento