martedì 21 gennaio 2020

Come fare foto belle

come fare foto belle

Quando inizi a fotografare non vedi l’ora di fare delle foto belle di cui andare orgoglioso.

Se continui a fotografare e a fare pratica riesci certamente a migliorare con il tempo.

Ma è importante seguire alcuni consigli per partire con il piede giusto e imboccare la strada per migliorare giorno dopo giorno con la pratica.

Oggi ti voglio dare qualche consiglio per migliorare più velocemente e da subito.

Scatta da vicino: avvicinati senza paura al soggetto

Se la foto non è buona, vuol dire che non eri abbastanza vicino. Robert Capa

Un grande fotografo diceva proprio questo, devi avvicinarti al soggetto che vuoi riprendere per fare una bella foto.

Devi provare per capire quanto questo è vero.

Se ti avvicini ottieni due risultati allo stesso tempo:

  1. Per prima cosa comunichi a chi guarda la foto qual è il soggetto principale della foto che hai fatto. E questo è molto importante perché con la foto riesci a comunicare qualcosa. 
  2. Seconda cosa riempi in questo modo il più possibile il fotogramma con il soggetto: nel fare questo cerca anche di evitare gli elementi di distrazione che possono portare lo sguardo di chi osserva la foto su altro. Fai attenzione anche a quello che si trova dietro al soggetto: uno sfondo più pulito riduce le distrazioni.

Scatta foto ogni giorno

Porta la macchina fotografica sempre con te: per riuscirci può essere utile avere una fotocamera compatta o imparare a scattare anche con lo smartphone.

Come ti dicevo con la pratica nel tempo riesci certamente a migliorare la qualità delle foto che produci.

Per me è stato così e non vedo perché per te deve essere diverso.

Dopo aver fatto un corso di fotografia non riuscivo a migliorare. Un giorno ho deciso di portare una macchina fotografica sempre con me e di scattare foto anche mentre facevo le mie passeggiate in giro per Milano in pausa pranzo.

Il trucco che voglio consigliarti per fare tanta pratica è ovvio: porta sempre con te una macchina fotografica.

Se pensi che sia scomodo perché non hai una macchina fotografica compatta da portare in giro sempre puoi usare lo smartphone.

Lo smartphone ce l’hai sempre con te e va benissimo per scattare delle foto. Ormai hanno una qualità paragonabile a quello delle fotocamere compatte.

Quindi sfrutta la comodità di averlo sempre con te per scattare una foto ogni volta che trovi un soggetto che ispira la tua creatività. Sperimenta angolazioni e punti di vista inusuali.

Vedrai che la pratica quotidiana ti aiuterà a migliorare velocemente e ti farai l’occhio su quali sono i soggetti migliori da fotografare.

Osserva la luce

Prima di scattare guarda da dove proviene la luce e sfruttala a tuo vantaggio.

Con la pratica vedrai che inizi a capire cosa vuol dire fotografare con una luce buona. Io all’inizio non riuscivo a capire cosa voleva dire.

Pensavo che l’ideale era scattare con la piena luce del giorno. Ma vedrai che non è per forza così.

Sei abituato a sentire che per fare una buona fotografia devi avere la luce alle tue spalle. Ma vedrai che in realtà non è sempre vero.

Puoi scattare foto molto più belle con la luce che arriva da un lato sul soggetto.

E scoprirai che è più suggestivo avere una luce bassa sull’orizzonte perché è più dolce e soffusa sul soggetto che vuoi ritrarre e non disegna delle ombre nette e fastidiose sul viso.

Impari ad apprezzare quella luce dorata che si irraggia poco prima del tramonto nelle giornate autunnali nella cosiddetta Golden Hour.

Impara a riconoscere una buona luce, è il segreto per scattare una bella foto.

Ritratto all'alba
Scatta durante la Golden Hour


Chiedi il permesso prima di fare una foto

Sei in giro per la tua città o sei in vacanza all’estero? Ovviamente hai con te tutta la tua attrezzatura fotografica.

O almeno, se stai seguendo i miei consigli, hai con te lo smartphone.

Se vuoi provare a fare qualche ritratto a persone sconosciute chiedi loro il permesso di fare una foto.

Non serve intavolare lunghe discussioni, è sufficiente un cenno con la fotocamera o con la mano e aspettare di rimando un cenno di approvazione.

Così ottieni il via libera e puoi fare qualche foto senza rischiare reazioni inaspettate o far innervosire la persona che vuoi ritrarre.

Soprattutto se sei in paesi di cui non conosci bene la cultura fai attenzione prima di fotografare per non rovinarti la vacanza.

Verifica le impostazioni della fotocamera prima di ogni uscita

A me è successo tante volte agli inizi di prepararmi per una uscita fotografica, magari la mattina presto con tanto di levataccia.

Preparo lo zaino all’ultimo minuto, convinto di avere preso tutto il necessario e tutta la mia attrezzatura fotografica.

Poi finalmente arrivo sul posto dove voglio scattare le foto e scopro che mi manca qualcosa.

Magari la batteria della fotocamera digitale è scarica o la memory card è piena e posso scattare solo qualche foto.

Non c’è niente che faccia innervosire di più te lo assicuro.

Per questo ho preparato una lista delle cose da controllare prima di fare una uscita fotografica.
La puoi scaricare in PDF gratuitamente da questo link.

Assicurati di preparare tutta la tua attrezzatura fotografica il giorno prima in modo da poterti goderti in tranquillità la giornata dedicata alla fotografia.

Controlla lo sfondo e il perimetro del fotogramma

Prima di scattare la foto non concentrarti solamente sul soggetto che vuoi ritrarre.

Dai anche uno sguardo allo sfondo ovvero a tutto quello che si trova dietro al soggetto principale. E’ facile a dirsi lo so.

All’inizio devi stare attendo a tante cose diverse e la coperta è corta. Ma anche qui con la pratica puoi fare progressi notevoli.

Poi vedrai che le cose ti verranno naturali come guidare la macchina o andare in bicicletta.

Piano piano scopri che magari basta fare un passo indietro per migliorare lo sfondo.

Oppure aspettare qualche secondo perché quella macchina passi e non sia più dietro al soggetto che vuoi ritrarre con la tua fotografia.

Insieme allo sfondo controlla anche il perimetro del fotogramma e assicurati di non tagliare degli elementi ai bordi. Può essere una fonte di disturbo per chi osserva la fotografia.

Anche in questo caso può bastare fare qualche passo per migliorare di molto il risultato.

Vedrai che non è così difficile fare attenzione a questi aspetti e migliorare di conseguenza.

Se cambi l’apertura del diaframma puoi anche decidere di mettere più o meno a fuoco lo sfondo che sta dietro al soggetto.

Usa un diaframma molto aperto per avere lo sfondo sfocato, chiudilo se vuoi invece leggere il dettaglio dello sfondo nella fotografia.

Riempi il fotogramma

Questo consiglio non è sempre valido. A volte magari ha senso lasciare dello spazio vuoto accanto al soggetto.

Ma il più delle volte se riempi l'intero fotogramma con il soggetto principale la foto è più bella.

Chi guarda la foto non deve ricorrere a una lente di ingrandimento per capire qual è il soggetto principale.

A volte puoi riempire così tanto il fotogramma da non avere neanche uno sfondo. L’intero fotogramma è riempito dal soggetto o da un dettaglio del soggetto che vuoi ritrarre.


Fotografa con un solo obiettivo

A volte per essere più creativi bisogna avere meno libertà.

Anche se è difficile da credere se non lo hai mai provato ti assicuro che è davvero così.

Darti delle regole ti costringe ad provare nuove strade che non hai mai provato prima per fare la foto che ti sei immaginato.

Sei forzato ad usare la creatività per fare degli scatti fotografici come vorresti.

In realtà più che usare un solo obiettivo dovresti provare a scattare con una sola lunghezza focale.

In questo modo puoi seguire questo consiglio anche se non hai un’ottica fissa.

Se per ora hai solo l’obiettivo del kit della tua macchina fotografica, il classico zoom 18-55 mm va benissimo.

Puoi fare molta pratica anche con questo obiettivo. Anzi io ti consiglio di usare a lungo questa ottica prima di comprare qualsiasi altro obiettivo.

E’ l’ideale per imparare e all’inizio non hai bisogno di cambiare obiettivo per fare delle belle fotografie.

Prova a fare delle uscite fotografiche in cui ti imponi di usare un solo obiettivo e, se si tratta di uno zoom, prova ad usare una sola lunghezza focale.

Significa che non puoi usare lo zoom. Bloccalo ad esempio a 40mm o alla lunghezza focale che preferisci e non muoverlo più. Se vuoi puoi fissarlo con del nastro adesivo di carta, del tipo che usano gli imbianchini.


Se sei tentato di utilizzare lo zoom perché vorresti avvicinare il soggetto prova invece ad avvicinarti fisicamente camminando verso il soggetto.

Devi provare ad inventarti nuovi modi per fare la fotografia che vorresti. In questo modo impari tantissimo.

Cerca soggetti interessanti

Fidati del tuo istinto fotografico. Se vedi qualcosa che ti interessa scatta senza pensarci troppo mentre sei in giro.

Se è davvero interessante però non fermarti dopo un solo scatto.

A volte devi soffermarti un pò su un soggetto per riuscire a trovare la prospettiva interessante e non scontata.

Per trovare soggetti interessanti non è detto che devi andare in capo al mondo.

Puoi trovare cose interessanti da fotografare anche vicino a casa tua o proprio dentro casa. Prova a fare delle intere sessioni di fotografia facendo un breve giro intorno a casa.

Io lo facevo spesso agli inizi e ho fatto scatti che neanche immaginavo di poter fare te lo assicuro.

Sono certo che puoi trovare oggetti molto interessanti da fotografare a cui non hai mai prestato attenzione prima. Ad esempio edifici o statue.

Devi imparare a guardare con occhi diversi anche cose che sei abituato a vedere sempre.

Soffermati più a lungo e vedrai che troverai il lato interessante e alla fine riuscirai a scattare una bella foto.

Dai un senso di profondità alla foto: disponi elementi per dare un senso della prospettiva

La fotografia è bidimensionale: non ha la terza dimensione.

Eppure ci sono certe fotografie che danno un senso molto preciso della prospettiva che c’è nella realtà.

Questo si riesce ad ottenere disponendo bene i soggetti nella composizione.

Si riesce a fare anche nella street photography, non solo in studio dove sei tu che disponi su un tavolo gli oggetti da fotografare.

Assicurati di avere il soggetto in primo piano e ben a fuoco, qualcosa in secondo piano e uno sfondo.

In questo modo chi guarda la foto avrà la sensazione dello spazio anche se la foto ha solo due dimensioni.

Sperimenta diversi punti di vista insoliti

Per fare una bella foto devi sperimentare dei punti di vista diversi dal solito.

Non scattare la foto sempre rimanendo in piedi e scattando dall’altezza degli occhi: prova a fare cose diverse.

Ad esempio puoi abbassarti a terra e restare in ginocchio per scattare. Puoi perfino stenderti a terra o anche appoggiare la macchina sul terreno e usare l’autoscatto per fare la foto.

Oppure puoi salire su una panchina in piedi e fare uno scatto dall’alto: vedrai che la foto risulterà più originale del solito.

O ancora puoi scattare la foto inquadrando dal monitor con il sistema live view anziché inquadrando dal mirino.

Alcune fotocamere sono dotate di un monitor orientabile che può facilitarti il lavoro e darti molte possibilità in più.

Prova a fotografare lo stesso soggetto da punti diversi

Un altro modo è quello di scattare più foto al soggetto che vuoi ritrarre da diversi punti di vista. Ad esempio dal basso o dall’alto.

Fai diversi tentativi. Soltanto in seguito, magari di ritorno a casa, quando esamini tutti gli scatti che hai fatto, puoi selezionare quello che preferisci.

Fai una buona composizione applicando ad esempio la regola dei terzi

Oltre a tutti gli accorgimenti che ho scritto nei punti precedenti prova a seguire una regola di composizione fotografica.

La regola più semplice è la regola dei terzi ma ce ne sono molte altre.

La regola dei terzi è molto semplice da eseguire perché ti basta decentrare il soggetto principale. Non è necessario che sia preciso ma in ogni caso puoi aiutarti con una griglia che puoi attivare nel mirino della tua fotocamera.

Vedrai che con questo accorgimento la foto sembrerà più professionale e diventerà più bella anche ai tuoi occhi.

Se nel fotogramma compare l’orizzonte una buona regola da seguire sempre è di tenerlo perfettamente orizzontale e parallelo con il lato inferiore del fotogramma.

Se ci sono delle linee nella tua foto fai in modo che siano dritte: parallele ai lati del rettangolo del fotogramma.

Racconta una storia


Prova a raccontare una storia con lo scatto fotografico. Non è facile ma se ti capita l’occasione provaci.

Prova a immaginare che cosa sta succedendo nella scena che vuoi fotografare e immortala il momento fornendo all’osservatore tutti gli elementi per trasmettergli la storia che vuoi raccontare.

Riuscire a fare questo è forse la cosa più difficile ma puoi provare a farlo con l’esperienza.

Conclusione

Come hai visto ci sono tanti modi che puoi provare per rendere i tuoi scatti fotografici più belli.

Ti do un ultimo consiglio per concludere il post: non cercare di seguire tutti i consigli insieme.

Scegliene uno e prova ad applicarlo per alcune uscite, poi quando lo hai fatto tuo prosegui con gli altri.

Fammi sapere nei commenti come va e se hai altri suggerimenti che possono essere utili agli altri lettori di fotografareBene.com.

Ricorda di scaricare la lista delle cose da portare da qui.

Alla prossima e ricorda che solo fotografando si impara!

Nessun commento:

Posta un commento